Eastbourne International

La stagione tennistica è sempre piena di eventi dal notevole seguito. Una delle prossime manifestazioni in calendario sarà l’Eastbourne International, noto anche come Nature Valley, che si gioca sull’erba. Si tratta di una delle competizioni più importanti al netto di major e slam, anche se negli ultimi anni ha conosciuto una storia controversa, che ha portato persino alla sospensione del circuito maschile fino al 2017. Precedendo di poco il prestigioso torneo di Wimbledon, viene considerato come un banco di prova soprattutto per chi sarà impegnato a Londra. L’Eastbourne International si tiene dal 1974 e quest’anno saranno 2 gli italiani che proveranno a mettere le mani sul trofeo. Il torneo prenderà il via il 20 giugno per concludersi il 25.

Stando all’entry list, oltre ai vari Cameron Norrie, Taylor Fritz, ci saranno gli azzurri Jannik Sinner e Lorenzo Sonego, mentre per poco non si vede Fabio Fognini, che probabilmente entrerà nel tabellone. Gli occhi di tutti gli addetti ai lavori sono evidentemente sull’altoatesino, che ha annunciato di persona, a mezzo social, la propria partecipazione all’evento. Il ginocchio gli aveva dato dei problemi negli ultimi tempi, causa un infortunio occorso in occasione del Roland Garros. Tuttavia, la preparazione è andata comunque avanti, a dispetto della rinuncia al torneo di Halle. I tifosi temevano che il ragazzo avrebbe impiegato molto più tempo per rientrare, anche perché nel 2022 è già arrivato a quota 3 ritiri, considerando quanto accaduto agli Indian Wells e al Miami Open.

Da un paio di anni a questa parte Sinner rappresenta la speranza più fulgida del tennis italiano e nonostante la giovanissima età ha già strappato diversi record, in barba ai risultati del connazionale Berrettini, finalista della scorsa edizione del torneo di Wimbleon. Sinner è al momento il vincitore più giovane delle NextGen ATP Finals ed è l’unico italiano ad aver vinto 4 tornei Atp nel corso di una singola stagione e ad aver trionfato in un torneo Atp 500 su cemento outdoor. Jannik ha conquistato precocemente diversi buoni risultati anche nei più grandi tornei, ma finora non gli è ancora riuscito di vincere uno slam. Oggi Sinner è 12° nel ranking Atp.

Sonego, invece, ha iniziato il 2022 venendo eliminato al terzo turno negli Australian Open, per poi arrivare in semifinale all’Argentina Open. Al Rio Open, al Rolex Monte Carlo Masters e al Barcelona Open Banc Sabadell non sono arrivati risultati esaltanti. Al Roland Garoos l’italiano non è andato oltre i sedicesimi di finale, mentre nel 250 di Stoccarda si è fermato ai quarti contro Berrettini, poi vincitore. Nel ranking Atp Sonego occupa attualmente la posizione numero 31.

In questi anni il tennis italiano non ha mancato di regalare soddisfazioni, anche perché la sensazione generale è che le gerarchie si possano riscrivere presto a livello internazionale. Oggi a comandare la classifica è Daniil Medvedev, seguito da Alexander Zverev, mentre Novak Djokovic è sceso al 3° posto. L’unico italiano presente nella top 10 è il solito Berrettini, che fino a qualche mese fa era addirittura 6°. L’ATP Eastbourne si gioca in un impianto originariamente inteso come campo da cricket, il Devonshire Park che è stato inaugurato nel 1874. Saranno 10 gli italiani nel tabellone principale, 6 uomini e 4 donne e solo in un’occasione un italiano ha vinto andando al di là delle aspettative e lasciando una pesante eredità ai posteri. Anche per questo Sinner non può permettersi di snobbare l’Atp Eastbourne e ha fretta di rientrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *