Antonella Mosetti nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale Chi ha ammesso di mal tollerare Caterina Balivo, che in tempi non sospetti le fece le scarpe al programma Casa RaiUno, che conduceva con Massimo Giletti. Era il 2003.

“Il momento peggiore della mia carriera? Quando venni fatta fuori da Rai1. Avrò avuto 27 anni, il direttore era Fabrizio Del Noce ed al mio posto arrivò Caterina Balivo. La delusione fu tanta, soprattutto per le varie dichiarazioni di Caterina nei miei confronti. Disse cose poco carine, ma è ormai caduto in prescrizione. Non ci siamo neppure più incontrate. Non ho amiche nel mondo dello spettacolo, nella maniera più assoluta. Le donne con me sono state spietate, quando sento parlare di meritocrazia inorridisco. Eppure, dopo così tanti anni e senza raccomandazioni o padrini politici, ho ancora il telefono incandescente: non è da tutte”.

Ai tempi Massimo Giletti salutò così Antonella Mosetti:

“Come in un bel giardino anche da noi è sbocciata una rosa. Questa rosa si chiama Antonella Mosetti, che approda verso programmi serali, lasciandoci…. A lei le migliori fortune perché in fondo è un prodotto ‘nostro’, e ci teniamo molto a lei, e siamo perciò contenti di questi nuovi orizzonti che le si prospettano”.

Antonella Mosetti e Caterina Balivo: ecco cosa disse all’epoca la conduttrice napoletana

Il caso è stato commentato in tempi non sospetti anche da Caterina Balivo, come riporta TvBlog in un articolo del 2009, quando – citando un’intervista di Vanity Fair – ha scritto:

“In un’intervista appena rilasciata a Vanity Fair conferma i lati oscuri della sua gavetta, non negando di aver fatto al momento giusto qualche sgambetto alle colleghe: “Sì, uno l’ho fatto. A Casa RaiUno sostituii Antonella Mosetti (che ammise a suo tempo di essere stata letteralmente silurata per farle spazio ndr), dovevo ballare e cantare, cose che non so fare. Avevo vicino una ballerina professionista che mi faceva sbagliare i passi. Ho chiesto al coreografo, Franco Miseria, di allontanarla”.”

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *