Dopo aver difeso le famiglie omogenitoriali al Parlamento Europeo, Alessandra Mussolini è tornata a schierarsi accanto alla comunità LGBT nel giorno del Pride romano. La politica ha sottolineato quanto ancora oggi i Pride siano importanti (alla faccia di chi sostiene che in Italia non esista l’omofobia e non ci sia bisogno di scendere in piazza). L’ex parlamentare con un post su Twitter ha ribadito quello che a molti non è chiaro, ossia che se i Pride esistono è perché l’ignoranza e l’inciviltà minano seriamente la libertà personale di molte persone.

“Oggi si terrà la trentesima edizione del Roma Pride. Sarebbe davvero bello se manifestazioni del genere non servissero più, ma purtroppo servono ancora e serviranno finché la micidiale combinazione tra ignoranza e inciviltà continuerà ad esercitare la sua pressione sulle libertà personali.

L’autodeterminazione, il bando di qualsiasi discriminazione di genere, la definitiva archiviazione di quella odiosa morbosità che si scatena su ogni tematica collegata alla sessualità: questo è quello che dobbiamo augurarci per il nostro futuro, ed è lì che una sana evoluzione della nostra società deve portarci. Sembra così complicato, dal momento che ogni piccolo passo avanti deve costare sempre lunghi anni di attese e di rivendicazioni, quando in realtà si tratta di una cosa semplice. La libertà è la cosa più preziosa e più semplice che c’è. Buon Pride”.

Alessandra Mussolini: “Il Pride è un circo? Chiuditi in casa e leggiti la Bibbia”.

Un anno fa Alessandra Mussolini a Zona Bianca si è scagliata contro una giornalista che ha definito ‘circo’ il mese del Pride: “Scusi chi è questa? Scusa cara, cara, cara. Ma a te, cosa ti toglie? Se vedi un po’ di musica, di Pride, di libertà. Cosa te ne importa? Chiuditi dentro casa. Chiuditi dentro casa, a prendere la Bibbia e a leggerla. […] Mi sento bestia, non umana. Perché se l’umano è quello che ha descritto Pillon, io non sono umana“.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *