Una rivincita e una nuova vita ‘professionale’ tutta da vivere: la storia di Clementine, cane diventato pompiere dopo l’abbandono.

Abbandonato al suo destino: la sua nuova vita lascia tutti senza fiato

Chi ha detto che solo noi umani abbiamo la possibilità di cambiare vita e migliorarla? Può accadere anche ai nostri amici a quattro zampe se, dopo una brutta avventura iniziale, incontrano le persone giuste che le aiuteranno: una storia a lieto fine è sicuramente quelle di Clementine, il cane diventato pompiere dopo l’abbandono. Ma dove ha preso ‘servizio’ questo incredibile e coraggioso Segugio? In una stazione dei pompieri in Texas: ecco la sua vicenda.

Un inizio difficile dall’abbandono all’adozione per Clementine

Purtroppo è accaduto a molti cani di essere abbandonati e lasciati al loro destino, magari in strada e senza nessuno che si prenda cura di loro: la storia di Clementine inizia così, dalla nascita fino all’arrivo in un rifugio in Louisiana, gestito da una comunità parrocchiale. Ovviamente le attenzioni e la cura dei volontari non possono essere paragonati all’amore e al calore di una famiglia, che avrebbe trovato una volta compiuti i tre anni.

Cane pompiere

Eppure quello in Louisiana sarebbe stato solo il primo rifugio poiché, a seguito dell’uragano Ida, la sua sede sarebbe diventato il Try City Rescue in Texas: è stata l’associazione americana ASPCA ad occuparsi del suo trasferimento. Da lì le richieste di adozione si sono susseguite ma puntualmente il Segugio Clementine veniva riportato indietro perché troppo vivace e ‘ingestibile’ per i suoi neo-padroni.

Clementine, il cane pompiere dopo l’abbandono: trova una ‘famiglia’ eccezionale

Se i primi tentativi di adozione si erano rivelati un vero fallimento anche per i responsabili del rifugio, che non si sono arresi nel cercare a Clementine una sistemazione migliore, la svolta non avrebbe tardato ad arrivare: una volta compiuti i tre anni di età infatti il protagonista di questa vicenda è stato adottato da una famiglia incredibile, molto speciale e che si è rivelata assolutamente perfetta per lui.

Non si tratta di una coppia di genitori umani bensì di una vera e propria stazione che gli ha aperto le porte: sono stati i Vigili del fuoco di Cedar Hill in Texas a volerlo con loro. Se da una parte il loro gesto è stato mosso dalla volontà di aiutare lo sfortunato segugio, dall’altra erano anche convinti che una presenza a quattro zampe sul posto di lavoro avrebbe portato grandi benefici per tutti, anche a livello emotivo e relazionale (a tal proposito è utile sapere cosa stabilisce la legge riguardo gli animali sul luogo di lavoro).

Clementine, il cane pompiere dopo l’abbandono: la carriera in caserma

Se Clementine è riuscita subito ad ambientarsi all’interno dell’operosa stazione e i Vigili del fuoco hanno accolto con amore ed entusiasmo il suo arrivo, non è finita certo qui: si è subito dato da fare per iniziare la sua carriera come un vero e proprio pompiere. Infatti oltre a dargli cure, cibo e attenzioni i suoi salvatori sono divenuti ben presto dei colleghi.

Cane sull'autopompa

Clementine ha trovato il suo posto, anzi degli spazi in caserma sono stati destinati solo a lui, ed è rimasta così affascinata dalle vicende lavorative dei suoi numerosi ‘genitori’ umani che ha deciso di prenderne parte: ben presto è salita sull’autopompa al suono della sirena e ha iniziato a lavorare rispettando dei turni insieme ai suoi nuovi colleghi.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *