Il 24 e 25 marzo scorso si è svolto presso l’Auditorium Antonianum di Roma il primo Congresso della Commissione di Albo nazionale degli Igienisti dentali, dal titolo “Igienisti dentali, insieme, ordinati, in azione”. L’evento ha chiamato a raccolta nella Capitale 500 Igienisti dentali da tutta Italia, per discutere di tematiche di natura politico-istituzionale di rilievo per questa professione.

Il cerimoniale del Congresso è stato aperto dalla sfilata dei rappresentanti delle 51 Commissioni di albo degli Igienisti
dentali territoriali, introdotta da Caterina Di Marco, Presidente della Commissione di albo nazionale e da Teresa
Calandra, Presidente della FNO TSRM e PSTRP, di cui la professione di Igienista dentale fa parte.

Alla fine della cerimonia inaugurale ha preso la parola la Presidente Di Marco, che dopo i dovuti ringraziamenti, ha
commentato: «È un momento epocale per la nostra professione e far parte della Federazione nazionale degli Ordini
TSRM e PSTRP è un grande privilegio, che verrà rimarcato durante i lavori di questo evento, grazie agli autorevoli
interventi dei relatori che si avvicenderanno. La presenza attiva dei tanti iscritti oggi, dia forza ed energia per
continuare, tutti insieme a tutela della salute dei cittadini».

La Presidente della FNO TSRM e PSTRP, Teresa Calandra, ha salutato i partecipanti del Congresso affermando: «Questa è una professione che è un valore per questo Paese, per le cittadine e i cittadini, le professioni sanitarie sono tutte imprescindibili e fondamentali per la salute del nostro Paese. Un valore non solo della professione, ma anche per chi la rappresenta sul territorio e voglio ringraziare i rappresentanti delle Commissioni di albo per il lavoro capillare che svolgono e anche la Commissione di albo nazionale che si impegna quotidianamente per la valorizzazione della professione. Un ringraziamento va anche alle Associazioni scientifiche per il loro supporto alla crescita culturale della professione». Calandra ha concluso parlando di ricerca, come pietra angolare per lo sviluppo scientifico delle professioni sanitarie, a sostegno della salute per i cittadini.

Ha fatto pervenire al Congresso il proprio saluto anche il Ministro della salute Orazio Schillaci, che all’interno del suo messaggio ha ribadito l’importanza della professione sanitaria di Igienista dentale: «Ogni giorno gli Igienisti dentali forniscono assistenza e cure fondamentali ai cittadini. La valorizzazione dei nostri professionisti e dei servizi che offrono quotidianamente è una condizione indispensabile affinché si possa tutelare il diritto fondamentale alla salute, sancito dalla nostra Costituzione».

Tra le autorità istituzionali sono intervenuti in prima giornata Rossana Ugenti, Direttore Generale delle professioni sanitarie e risorse umane del SSN – Ministero della salute, Giovanni Zotta, già Direttore generale per la ricerca per il Ministero della salute e Vicepresidente dell’Istituto superiore di sanità, Andrea Lenza, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP di Roma e Provincia, Enrico Gherlone, Referente per il settore odontoiatrico presso il Ministero della Salute, Roberto Di Lenarda, Presidente Collegio dei Docenti Universitari di discipline Odontostomatologiche, Michela Angela Rossini, Vicepresidente Commissione nazionale Corsi di studio in Igiene dentale.

I lavori del Congresso si sono aperti ufficialmente con la lectio magistralis del Prof. Enrico Alleva, Etologo e Dirigente di ricerca in biologia del comportamento dell’Istituto superiore di sanità (ISS), a cui sono seguite due giornate di relazioni autorevoli, che hanno trattato di abusivismo e autonomia professionale, revisione dei profili, medicina di genere. Si è parlato della nuova normativa ECM, oltre che di cassa previdenziale, assicurazione, internazionalizzazione della professione, codice deontologico, e aspetti di Medicina legale nella pratica professionale, prospettive degli Igienisti dentali all’interno delle Università, PNRR e HTA (Health Technology Assessment).



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *