Quasi un genitore su quattro (23%) ritiene che il proprio bambino abbia incrementato il consumo di cereali poco raffinati, ma addirittura più della metà dei genitori (il 61%) conferma che i figli mangiano più verdure. Dato che sale al 62% delle mamme e dei papà in tema di consumo d’acqua, che è incrementato nei bambini gia’ dopo un solo mese di utilizzo di ‘Nutripiatto’, l’iniziativa che punta a insegnare le regole da seguire a tavola ai ragazzini.


Questo strumento di educazione alimentare, realizzato con la supervisione scientifica della Societa’ italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) e dell’Universita’ Campus BioMedico, aiuta a gestire in famiglia le corrette porzioni dei gruppi alimentari.

La Sipps si batte da tempo, “con campagne di comunicazione alle famiglie sui corretti programmi di educazione alimentare- continua il presidente Giuseppe Di Mauro – perché il tasso di obesità infantile in Italia è ancora troppo alto: 21% per i maschi e 14% per le femmine. Poiche’ un bambino obeso sara’ molto probabilmente un adulto obeso- ricorda- la prevenzione di questa problematica e’ fondamentale per la salvaguardia della salute.




Fonte