ROVIGO – Un’anziana è stata trovata uccisa in casa stamane a Rovigo, e accanto a lei c’era il marito, ferito e in condizioni critiche, raggiunto come la donna da un colpo di pistola. Si tratterebbe di un caso di omicidio con tentato suicidio. I due, secondo quanto si apprende, avrebbe lasciato una lettera firmata da entrambi in cui chiedono scusa per il loro gesto. L’uomo, 87 anni, ex gestore di un impianto di carburante, si trova in rianimazione in ospedale, in condizioni disperate. La moglie aveva 78 anni.

Il fatto è avvenuto in una casa a due piani di via Gramsci, nel quartiere Commenda. La vittima si chiamava Renata Berto. Il marito, Tino Bellinello, 87 anni, si trova in ospedale, intubato, ed è in condizioni gravissime. Non vi sono ancora ipotesi sulle cause scatenanti della tragedia. La lettera di scuse lasciata dai due anziani sarebbe indirizzata ai due figli della coppia. La pistola usata per l’omicidio e il tentativo di suicidio è una Beretta, che l’uomo, ex cacciatore, deteneva regolarmente.



Fonte