TREVISO – Un’operaia giudicata “troppo lenta” dallo stabilimento Electrolux di Susegana, in provincia di Treviso, aveva ricevuto una multa pari ad un’ora-lavoro. Si è però vista riconoscere le proprie ragioni dal Tribunale civile di Treviso.
La magistratura del lavoro, infatti, ha dichiarato illegittima la sanzione disciplinare della multinazionale. L’operaia era stata accusata di aver svolto troppo lentamente il suo lavoro sulla linea di montaggio, causando la perdita di alcuni pezzi di prodotto. I fatti risalgono alla primavera 2018, quando la donna non sarebbe stata in grado di seguire i tempi di esecuzione di alcune fasi di montaggio da svolgere in sincronia con alcuni colleghi.
 
Secondo l’azienda si sarebbe trattato di negligenza mentre la lavoratrice è riuscita a dimostrare come l’incapacità nell’agire secondo i tempi sarebbe dipesa dalla scarsa esperienza precedente in quel particolare segmento della produzione, e dunque non da un intento volontario di rallentare le operazioni.



Fonte