ROMA – La Cassazione ha annullato il provvedimento di sequestro del centro polivalente di Norcia rinviando gli atti al Tribunale. Lo hanno deciso i giudici della terza sezione dopo il ricorso presentato dal Comune umbro contro il sequestro del centro realizzato dall’archistar Stefano Boeri. La notifica del provvedimento è arrivata oggi pomeriggio e adesso è al vaglio del sindaco Nicola Alemanno.

Boeri è indagato nel procedimento che ha portato al sequestro del centro polivalente di Norcia: l’archistar è indagato in qualità di direttore dei lavori e il suo nome compare nell’avviso di garanzia notificato anche al sindaco Nicola Alemanno. A entrambi la Procura di Spoleto ha contestato la costruzione di “Norcia 4.0” in area sottoposta a vincolo paesaggistico. E con carattere definitivo, in violazione alla normativa che ne prevede la temporaneità. L’architetto aveva replicato: “Il centro è smontabile e rimontabile completamente, impianti inclusi. E ci abbiamo lavorato con il cuore, in totale volontariato”

Fonte