NEW YORK (Stati Uniti) – Andreas Seppi torna a giocare dopo quattro mesi una semifinale del circuito maggiore. Il 35enne di Caldaro ha infatti raggiunto il penultimo atto al “New York Open”, torneo Atp 250 (dal 2018 ha preso il posto in calendario dello storico torneo di Memphis) con un montepremi di 719.320 dollari in corso sul veloce indoor del Nassau Veterans Memorial Coliseum di Long Island. Nella notte italiana il tennista azzurro, numero 98 del ranking mondiale, ha superato in rimonta per 6-7 (2) 6-4 6-1, dopo quasi due ore e un quarto di lotta, l’australiano Jordan Thompson, numero 63 Atp, che nel turno precedente aveva eliminato lo statunitense John Isner, numero 18 del ranking mondiale e primo favorito del seeding.

Ostacolo Jung tra Seppi e la finale

Seppi si è ritrovato sotto di un set e 3-1 nella seconda frazione prima di infilare un parziale di 11 giochi a 2, firmando il terzo successo in altrettante sfide con il 25enne di Sydney, dopo le vittorie al secondo turno degli Australian Open e negli ottavi a Delray Beach sempre lo scorso anno. L’altoatesino si giocherà un posto in finale con il cinese di Taipei Jason Jung, numero 131 Atp, promosso dalle qualificazioni e mai così avanti in un torneo del circuito maggiore, che ha eliminato per 5-7 6-4 6-4 lo statunitense Reilly Opelka, numero 40 Atp e terzo favorito del seeding: nessun precedente fra Seppi e il 30enne di Taipei. Nell’altra semifinale di fronte il serbo Miomir Kekmanovic, numero 54 Atp e sesta testa di serie (al primo turno aveva eliminato Paolo Lorenzi, promosso dalle qualificazioni), e il britannico Kyle Edmund, numero 62 della classifica mondiale ed ottava testa di serie.

Baires: Schwartzman in “semi” salvando 4 match point

Diego Schwartzman sopravvive a Pablo Cuevas e resta in corsa per vincere il suo primo torneo in casa. Testa di serie numero 1 e sconfitto un anno fa in finale da Marco Cecchinato, il 27enne di Buenos Aires ottiene il pass per le semifinali dell'”Argentina Open”, torneo Atp 250 da 611.420 dollari, di scena sulla terra battuta del Lawn Tennis Club di Baires. Schwartzman riesce a piegare l’uruguaiano Cuevas per 5-7 7-6(11) 7-5, annullando ben quattro match-point. Sulla sua strada c’è ora il lucky loser portoghese Pedro Sousa, che ha battuto il brasiliano Thiago Monteiro per 7-6(5) 6-4. Per il 31enne lusitano prima semifinale nel circuito maggiore dopo 13 anni di carriera. Dall’altra parte del tabellone si contenderanno un posto in finale l’argentino Juan Ignacio Londero, che ha fatto suo con il punteggio di 6-4 7-6(4) il derby nei quarti con il più quotato connazionale Guido Pella, numero due del seeding, e il norvegese Casper Ruud, ottava testa di serie, impostosi 7-5 6-1 sul serbo Dusan Lajovic, terzo favorito del tabellone.

Wta Dubai: fuori nelle qualificazioni Giorgi e Paolini

Qualificazioni amare per Jasmine Paolini e Camila Giorgi al “Dubai Duty Free Tennis Championships”, torneo Wta Premier con 2.794.840 dollari di montepremi che si disputa sul cemento di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. La 24enne di Castelnuovo di Garfagnana, numero 94 del ranking mondiale, è stata sconfitta all’esordio per 6-1 6-4 dalla francese Kristina Mladenovic, quarta testa di serie delle qualificazioni. La Giorgi, invece, ha ceduto per 6-2 6-4 alla tedesca Julia Goerges, prima forza del tabellone. In campo anche Giulia Gatto-Monticone, attesa dalla bulgara Elitsa Kostova, numero 191 Wta: la 32enne di Torino è in vantaggio per 3-2 nei precedenti.



Fonte