L’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci è stato assolto dalle accuse formulate dalla Procura di Avellino nel processo di primo grado sul disastro del bus che il 28 luglio 2013 è caduto dal viadotto Acqualonga dell’Autostrada A16. Nel disastro hanno perso la vita 40 persone. La richiesta della Procura di Avellino per Castellucci era di 10 anni di reclusione. La stessa richiesta era stata formulata per gli altri dirigenti e dipendenti di Autostrade per l’Italia imputati nel processo di primo grado che si è celebrato nel Tribunale di Avellino e arrivato oggi a sentenza. Al termine della lettura della sentenza da parte del giudice monocratico si è scatenata la rabbia dei parenti delle vittime per l’assoluzione dell’ad di Aspi.

Fonte