Dopo l’annuncio di Matteo Salvini sull’idea di reintrodurre la leva obbligatoria “per educare i nostri ragazzi”, subito bocciata dalla ministra della Difesa Trenta, sui social è schizzato nelle prime posizioni l’hashtag #LevaObbligatoria. E sono in molti a sottolineare il collegamento tra la naja e l’obbligatorietà dei vaccini ai soldati. Lo dimostra il meme che ritrae il professore Roberto Burioni: “Quando scopri che Salvini vuole ripristinare il servizio militare obbligatorio e tu sai benissimo che per fare il militare servono tutte le vaccinazioni”

E chi la butta sul ridere vedendo l’annuncio come un ritorno al passato. L’account parodia di Vujadin Boškov scrive: “Ma dopo #Levaobbligatoria loro rimette anche massimo tre stranieri per squadre di #serieA?”

Chi, invece, chiede se ci sarà, come mossa alla pari, un ritorno dell’economia domestica per le donne.

L’idea del ritorno della leva invece piace a Mauro Musacchi che dice di “avere imparato anche l’inglese”.

Diverse invece le testimonianze negative del periodo della naja: “Sono contro la #Levaobbligatoria, la feci contro voglia essendo contro le armi e rifiutandomi di toccarle. Passai un mese in consegna. Poi mi mandarono per consulti psicologici in ospedale dove passai 3 mesi finché non mi riformarono. C’è chi è portato, e quelli dovrebbero farlo”.

“Perché i giovani di oggi sono maleducati e privi di valori. Ma nessuno dice mai che questi giovani sono stati educati da quelli che la #Levaobbligatoria l’hanno fatta” fa notare l’utente Sara Baggins e il suo tweet viene commentato con ‘Sante Parole’.

 

Fonte