Una rissa per motivi banali, in discoteca, che si trasforma in dramma. Un ragazzo di 17 anni gravemente ferito a coltellate, un altro ricoverato in ospedale con un mese di prognosi, due minorenni  arrestati con l’accusa di tentato omicidio. E’ successo la notte scorsa all’esterno della discoteca Jet Club di Cermenate, nella Brianza Comasca, al confine con la provincia di Monza dove vivono tutti i ragazzi coinvolti.
Tutto sarebbe nato da una spinta, non si sa nemmeno se volontaria o meno, mentre i ragazzi stavano ballando in discoteca. All’inizio sono volate parole grosse, poi gli animi si sono sempre più accesi finché la situazione non è stata più gestibile, tanto che i buttafuori del locale si sono visti costretti a fare uscire all’esterno il gruppo di giovani.

Una volta fuori, nel parcheggio della discoteca, la situazione è ulteriormente degenerata: dagli insulti si è passati alle vie di fatto fino a quando è comparso un coltellino. A farne le spese è stato un ragazzo di 17 anni di Albiate, ricoverato all’ospedale di Como con varie ferite da arma da taglio al torace e all’addome. All’inizio è stato soccorso in codice giallo, poi le sue condizioni sono apparse più serie, tanto che i sanitari dell’ospedale Sant’Anna di Como hanno deciso di non sciogliere la prognosi, anche per valutare eventuali lesioni interne.

Ferito a coltellate anche altro ragazzo di vent’anni, di origine ucraina e residente a Macherio: ha riportato lesioni guaribili in un mese. I carabinieri di Cermenate hanno fermato direttamente sul posto due minorenni di 15 e 17 anni residenti a Seveso e hanno sequestrato l’arma. Accusati entrambi di tentato omicidio, sono stati trasferiti al carcere Beccaria di Milano

Fonte