BOLOGNA – Rischia di tornare in carcere Mauro Fabbri, l’aggressore di Lucia Panigalli, il cui caso è finito sotto i riflettori per le polemiche scaturite dopo l’intervista nel porgramma tv “Porta a Porta” di Bruno Vespa alla donna vittima di tentato omicidio. La procura generale di Bologna, col sostituto pg Valter Giovannini, scrive la Nuova Ferrara, ha presentato richiesta di revoca della “liberazione anticipata” dell’intero periodo di 570 giorni che il magistrato di sorveglianza aveva concesso all’uomo per la pena di 8 anni e 4 mesi per il tentato omicidio della ex compagna nel 2010.