Un bambino di 9 anni, di origini burkinabè, è morto a causa di in un incendio divampato nella abitazione, occupata dalla sua famiglia, dove stava dormendo. È accaduto a Pinzano sul Tagliamento, in provincia di Pordenone. In casa c’erano anche due gemelli adulti, fuggiti in tempo, che ignoravano la presenza del piccolo in casa: uno stava dormendo e si è lanciato dal primo piano riportando varie fratture e uno stato di intossicazione; l’altro è soltanto intossicato. 

La coppia di gemelli era convinta che in casa non ci fosse nessun altro, ma poco dopo sul posto è arrivata una donna, anche lei appartenente alla stessa famiglia, avvertendo della presenza all’interno dell’abitazione di un piccolo, suo figlio. Un vigile del fuoco a quel punto, nonostante la casa fosse praticamente avvolta dalle fiamme, si è lanciato all’interno riuscendo poco dopo a portare all’esterno il bimbo. Che è apparso subito in condizioni disperate: di lui si sono occupati i sanitari accorsi sul posto. Il piccolo però è morto poco dopo. 

Fonte