“L’arresto di Paolo Arata? Non mi sorprende molto, magari adesso verranno fuori altre cose interessanti. Altre magagne. Purtroppo, il sistema dei rifiuti si presta a infiltrazioni…”. A parlare con l’Adnkronos è Valentina Palmeri, la giovane deputata regionale del M5S all’Ars che, grazie al suo intervento, riuscì a bloccare tempo fa l’impianto ‘Biometano Gallitello’, che sarebbe dovuto sorgere a Calatafimi Segesta (Trapani). L’impianto era stato proposto dalla Solgesta Srl, cioè l’azienda riconducibile all’ex consulente della Lega Paolo Arata, arrestato all’alba di oggi per corruzione e autoriciclaggio, e al “re dell’eolico” Vito Nicastri, anche lui finito in manette nella stessa operazione coordinata dalla Dda di Palermo.

Fonte