In occasione del 36esimo anniversario dell’uccisione di Lia Pipitone, il 23 settembre alle ore 16 in via Ammiraglio Persano a Palermo, l’associazione Millecolori onlus – Centro antiviolenza Lia Pipitone presenta la creazione di una Casa di accoglienza ad indirizzo segreto per donne e minori vittime di violenza. La struttura portante, ovvero il centro antiviolenza, sorge nel cuore del quartiere di Monte Pellegrino da anni è a disposizione delle vittime e al suo interno è dotata di professioniste specializzate in consulenza legale e psicologica. “L’apertura della Casa rifugio – sottolinea Adriana Argento, responsabile del Centro Antiviolenza Lia Pipitone – per il centro diventa il completamento di un percorso a tutela e garanzia delle vittime di violenza e una risposta più tempestiva alle richieste di messa in sicurezza per le donne che si rivolgono al centro antiviolenza. Speriamo che da ciò possano rafforzarsi i rapporti con la rete antiviolenza già esistente per perseguire l’obiettivo primario ovvero la tutela delle donne”.

Fonte