Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è giunto nella prefettura di Napoli dove presiederà la riunione del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza.
Nel palazzo di governo della città, insieme al prefetto Carmela Pagano e ai vertici delle forze dell’ordine, ci sono anche il sindaco Luigi de Magistris e il procuratore Giovanni Melillo.

Sono giunti in prefettura con il vicepremier, oltre ai componenti del Comitato, anche il sottosegretario con delega al Sud, Pina Castiello, e il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa. Intanto attivisti e comitati si sono riuniti in via Toledo per contestare Salvini e la Lega con cori e striscioni.

“Questa Lega è una vergogna”, sit in a Napoli contro Salvini

in riproduzione….

Un centinaio di persone, tra attivisti dei centri sociali e rappresentanti della società civile, stanno avanzando in corteo verso la prefettura. In marcia ragazze e ragazzi di Insurgencia, del centro sociale ex Opg Je sò pazzo e anche esponenti di Potere al popolo. Presente la leader politica di quest’ultimo movimento Viola Carofalo. In testa lo striscione: “Questa Lega è una vergogna”, citazione di una famosa canzone di pino Daniele ricordata dal fratello dell’artista scomparso. In strada slogan e frasi ironiche, da pupazzi e maschere di Zorro alle note de ‘O scarrafone di Pino Daniele.

“Oggi è arrivato in città il ministro dell’Interno. Ancora una volta Napoli risponde al razzismo e gli dimostra che per lui non c’è posto. Oggi tanti abitanti hanno affisso ai loro balconi dozzine di striscioni popolando la città con un solo messaggio: non è vero che il Sud è con la Lega” ha detto al megafono lo speaker del corteo, Alfonso De Vito.

 

Fonte