Per mesi ho difeso Nadia Toffa da ogni attacco e mi sono anche scagliato contro Eleonora Brigliadori, ma oggi alzo le mani.
La iena ha pubblicato un libro sulla sua malattia, dove spiega come trasformare il cancro in un dono, un’opportunità. Alcuni follower le hanno spiegato che non tutti riescono a prendere con leggerezza questa malattia, una ragazza che studia medicina le ha scritto: “Ora posso gettare i miei 4 anni di università e di studi in laboratorio al vento, grazie Nadia”.
La Toffa non l’ha presa bene e si è scagliata contro la studentessa in un modo vergognoso e ingiustificabile: “L’università ti è servita poco alla cultura. Che peccato soldi dei tuoi genitori buttati nel cess*. Hanno puntato sul cavallo zoppo. Succede. Meritavano di meglio loro ma non hanno colpe. Han fatto di tutto eh che i figli non ce li si sceglie 🤭”.

La ragazza ha risposto: “Non tocca minimamente.Ha tirato in ballo i miei genitori non sapendo che non contribuiscono a nulla per mantenermi e sono fieri di me.Non ho commentato la sua situazione ma la cavolata appena detta, sono contenta che sia guarita ma ha strada da fare per diventare una bella persona”.

Io mi auguro vivamente che dietro al profilo Twitter di Nadia ci sia un social media manager di 18 anni, perché altrimenti la signorina dovrebbe solo scusarsi pubblicamente.

 

 



Fonte