Dieci minuti di applausi e standing ovation al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo lunedì scorso per il ‘Nabucco’ di Verdi in forma di concerto diretto da Alvise Casellati. Un concerto che segna il culmine di un periodo di grande successo per il direttore d’orchestra padovano, iniziato a gennaio con i ‘sold out’ e addirittura spettatori in piedi per le ultime due recite del ‘Barbiere di Siviglia’ al Carlo Felice di Genova e proseguito con le ovazioni al Teatro Municipale di Piacenza, dove ha diretto l’Orchestra Filarmonica ‘Arturo Toscanini’ in brani di Ottorino Respighi, una trascinante Settima di Beethoven e la prima esecuzione assoluta del concerto per violino ‘Luci danzanti nella notte’ di Cristian Carrara dedicato alla Giornata della Memoria, con la violinista Francesca Dego.

Fonte