MISANO ADRIATICO – Dopo due secondi posti di fila, Marc Marquez arriva all’appuntamento del Gp di Misano con 78 punti di vantaggio sul secondo il classifica, Andrea Dovizioso, protagonista di una rovinosa caduta al via della gara di Silverstone. C’è poi Valentino Rossi che su questa pista si sente a casa, mentre Lorenzo non ha ancora la condizione ideale per competere.

Marquez “Abbiamo un bel vantaggio, mantenere la calma”

“Le ultime due gare non sono state le migliori per l’ultima curva. Ma sono contento per Silverstone perché è una pista dove l’anno scorso abbiano sofferto tanto”, ha detto il campione del mondo della MotoGP. “Siamo stati abbastanza competitivi nei test di Misano. Dovizioso non era al 100% dopo quanto accaduto a Silverstone, ma sarà sicuramente uno dei protagonisti visto che ha vinto qui l’anno scorso. E le Yamaha sono state velocissime. Noi ora abbiamo un buon vantaggio e quindi dobbiamo mantenere la calma, concludere la gare e poi vedere cosa succede” ha aggiunto il pilota della HRC Honda. “Partiremo nel modo migliore, proveremo qualche nuovo pezzo, ma nel nostro box non c’è bisogno di fare follie. Con la base che abbiamo la possibilità di portare a casa il migliore risultato possibile”.

Dovizioso: “Lottiamo per il podio”

Andrea Dovizioso si è messo alle spalle la brutta domenica di Silverstone. “Dovrebbe fare caldo e quindi sarà difficile per tutti gestire le gomme. Ma avremo la possibilità di lottare per il podio. Io da parte mia mi sento bene ed è stato importante poter fare un test prima della gara e fare dei giri” ha detto il forlivese della Ducati. “Lo ripeto mi sento bene, sono in piena forma, mi sono allenato facendo del motocross per capire che tutto funzionasse bene”, ha detto ancora. “Quella dell’anno scorso è stata una gara speciale, ma questa volta sarà diversa, perché ci sono piloti molto forti e le condizioni saranno differenti. Vediamo che grip riusciremo a trovare, vediamo se sarà lo stesso dei test o se cambierà qualcosa”. Il Dovi non pensa al grande divario che lo divide da Marquez. “Non cambierà il mio approccio per me. Devo continuare a gareggiare nello stesso modo e non resterò condizionato dai 78 punti di distacco da Marc. Non c’è motivo di pensare al campionato, anche perché la nostra velocità in alcune gare è stata buona ma in altre un po’ meno”.

Rossi: “Corro in casa, vediamo se possiamo vincere”

Valentino Rossi è stato il protagonista di un avvicinamento particolare alla gara di Misano. Il nove volte campione del mondo, infatti, ha percorso il tragitto dalla sua Tavullia alla pista intitolata a Marco Simoncelli in sella alla sua Yamaha M1. “E’ stato un grande momento, perché era un sogno che avevo quando ero bambino – ha spiegato Rossi -. Conosco bene quella strada perché da ragazzini andavamo avanti e indietro con lo scooter e con le tante curve è divertente ed è stato bello provare la mia M1 a Tavullia e mi hanno delle buone sensazioni anche in strada” ha detto il “Dottore, che poi sottolinea come la strada fosse chiusa al traffico. “Per questo non prenderò una multa” ha aggiunto sorridendo. “Misano per me è un Gran Premio speciale, quello vero di casa. Nelle ultime gare è andata un po’ meglio. Dopo un solido weekend volevo lottare per il podio ma non ero abbastanza forte per farlo” ha detto Rossi. “Abbiamo fatto qualche test in cui il mio passo è stato abbastanza buono. Mi sento abbastanza bene in moto e vediamo se siamo abbastanza forti per lottare per la vittoria”. Sul futuro: “Il prossimo anno sarà importante per capire se avrò la forza e la velocità per continuare oppure no”

Lorenzo: “Situazione difficile”

“E’ una situazione difficile, dopo un lungo recupero per una lesione importante e quindi aspettiamo di fare la gara nella migliore condizione possibile”. Sono le parole di Jorge Lorenzo a Sky MotoGP nel giovedì del Gran Premio di San Marino. E al responsabile del team Alberto Puig che nei giorni scorsi riferendosi alla stagione difficile del cinque volte iridato aveva detto che: “La verità è che la prospettiva ora è zero, non prendiamo in giro. Se facciamo un riassunto veloce, è arrivato, ha iniziato a cadere e da quel momento non ha smesso di finire a terra. Non si è trovato per niente bene con la moto”, Jorge ha risposto: “Puig ha molta esperienza e ne capisce di gara e piloti e quindi la sua opinione è importante e rispettabile, ma io credo che tutto dipenda da molti fattori” ha spiegato Lorenzo. “Negli ultimi dodici mesi ho avuto un gran numero di lesioni e infortuni importanti: da Aragon, alla Thailandia a quello di Qatar e fino ad Assen, senza dimenticare quello prima dei test di Montmelò. Questo ha fatti sì che con Honda non sono andato mai al 100% e questo fa tantissimo. Non c’e’ stato un grande feeling con la moto, eppoi ho bisogno di stabilita’ con la ruota anteriore. Honda ha cercato di darmi subito il meglio per me ma non e’ facile avere confidenza per attaccare. E’ una combinazione di fattori, non e’ che ho perso la motivazione”. Sulla gara di domenica, infine, Lorenzo aggiunge: “Ho ancora qualche dolorino, anche se va meglio rispetto a Silverstone”.

Rins sogna il bis, Vinales in rampa di lancio

Fresco del bel successo nella gara di Silverstone, quando ha battuto nel finale Marc Marquez, Alex Rins si dice “più sicuro di se stesso, soprattutto nel giro secco. “La vittoria di Silverstone è stata importante, specialmente per la lotta avuta con Marc. Ho rivisto la gara più volte e si è visto che in gara posso battagliare per la vittoria” ha detto il pilota della Suzuki. “Nei test abbiamo provato alcune cose che ci hanno aiutato a capire il nostro assetto. Sicuramente sarà un weekend divertente”. Maverick Vinales arriva alla gara del Titano sullo slancio di un tris di podi: “Cercheremo di proseguire di slancio. Io mi sento bene in moto e ho molta fiducia in me stesso e cercherò di portare la moto al massimo per essere il più avanti possibile e fare una buona gara”.

Fonte