Marco Carta è tornato a parlare della sua omosessualità in un’intervista rilasciata ai microfoni di Musica e Tv. Il cantante ha anche spiegato come mai nei primi anni di carriera parlava di “fidanzate” nelle sue canzoni e anche nelle interviste.

“Se il fatto di tenere privata la mia omosessualità ha pesato sulla mia musica? Più che pesato, mi ha limitato, anche nelle interviste. Inizialmente volgevo i termini al femminile, perché avevo paura di essere giudicato. Negli ultimi 6/7 anni le cose sono cambiate io non ho più detto nulla, semplicemente omettevo, questo è stato l’inizio del percorso che ha portato al coming out. La mia famiglia e i miei amici però sapevano tutto. Anche nelle interviste, nei talk, non potevo totalmente esprimermi al 100% e dovevo girare intorno ai concetti e alla domanda. Se il fatto di essere indipendente mi libera da certi vincoli? Sì. Con le major capita che tu debba discutere con tante persone dei tuoi progetti. Da indipendente esprimi la tua indipendenza, il tuo essere e puoi essere te stesso. Quindi in questo momento sono felice di essere indipendente.”

Marco ha anche raccontato degli aneddoti sulle sue ultime foto di Instagram ed ha menzionato il suo fidanzato (che per adesso resta nell’ombra).

“In questa foto sono sorridente e sono all’interno di un vaso in un centro commerciale, ero con il mio fidanzato e lui non voleva che mi infilassi in quel vaso. Continuava a dirmi ‘non fare il bambino’, ma io l’ho fatto. In quest’altra foto ero molto felice a Berlino e anche in questo caso ero insieme al mio fidanzato.”

Fonte: Musica e Tv



Fonte