ROMA – L’Europa League per ritrovare la vittoria che manca ormai da 4 partite. Ma, allo stesso tempo, per far tirare un po’ il fiato ai “titolarissimi” di Simone Inzaghi, nell’ultimo periodo chiamati a un tour de force che per forza di cose è andato a influire sia fisicamente che mentalmente. Ecco perché nella trasferta in Romania, per affrontare lo Steaua Bucarest, il tecnico biancoceleste cercherà di dosare le energie, schierando comunque una formazione di tutto rispetto. 

LARGO TURNOVER IN EUROPA LEAGUE – Come annunciato prima della partita con il Napoli, ci sarà Nani dal primo minuto: il portoghese si prenderà così di nuovo la maglia da titolare in Coppa, per mettere la sua esperienza al servizio della squadra e duettare, molto probabilmente, con Felipe Caicedo, il bomber in Europa della Lazio con 3 gol. A Felipe Anderson, riaggregato ieri al gruppo, spetterebbe così il compito di entrare a gara in corso. Dietro di loro, a centrocampo, si va verso una linea a 5 con Basta, Murgia, Lucas Leiva (squalificato in campionato), Milinkovic e Lukaku, mentre in difesa toccherà a Bastos, Luiz Felipe e Caceres agire davanti a Strakosha. Con questa formazione sarebbero ben 8 i cambi rispetto all’ultima sfida persa al San Paolo con il Napoli. 

LUIS ALBERTO E LE OFFERTE RIFIUTATE – Per garantire il completo recupero, ad alcuni giocatori sarà addirittura risparmiata la trasferta in Romania e potranno rimanere a Roma a lavorare in vista del rientro in campionato di lunedì  prossimo con il Verona. Tra questi ci dovrebbe essere Luis Alberto. Lo spagnolo, nel mercato di gennaio, prima di rinnovare il suo contratto con la Lazio, ha rifiutato proposte importanti che lo avrebbero voluto riportare in Spagna: “È vero – ha confermato il suo agente Alvaro Torres – che Luis ha ricevuto offerte molto importanti nella finestra di mercato invernale, ma la Lazio ha subito rispedito al mittente tutte le offerte perché punta molto su di lui. I biancocelesti non l’avrebbero mai venduto a gennaio, mai. Il giocatore a Roma è felice e si sta giocando l’opportunità di andare al mondiale. I due club interessati a lui erano il Siviglia e l’Atletico Madrid, ma non se n’è fatto nulla”.

Fonte