SANSILVESTRO  non si preoccupò di fare una manovra spericolata. Sorpassò l’amica che lo precedeva, stringendola verso gli scaffali delle confetture, obbligandola a fermarsi: “Non è salutare riempire così il carrello, alla fine tutte quelle cose le mangi. Non ti vedo da tre mesi e hai messo su almeno cinque chili”. “Ma scherzi? È tutto per i ragazzi. Non assaggio questa roba da anni, eppure è vero: continuo a ingrassare, nonostante stia seguendo rigorosamente una dieta da 1200 calorie. Faccio attività fisica. Poca, ma la faccio. A parte il colesterolo alto, tutte le analisi sono ottime. Ieri le ho portate dal dietologo. Mi ha detto di incrementare il movimento. Cos’altro devo fare?”.

“L’ultima volta che ci siamo visti ti diedi una pillola per dormire. Come ti sei trovata?” La signora guardava la merce traboccante in esposizione, sotto la luce al neon. Analizzava mentalmente il suo impulso a prendere del cibo. Ogni volta chiedendosi se fosse giusto. E ogni volta cedendo con un sì. Alla fine rispose all’amico medico: “Mi sono trovata bene. Non ho avuto più una notte insonne, però mi alzo perfettamente riposata solo quando non vado al lavoro.

Quando mi sveglio presto faccio fatica”. Sansilvestro aveva un’aria sorniona. Non levava gli occhi dal carrello dell’amica e, indicandolo, chiese: “Penso che, tra tutte le leccornie buttate là dentro, ce ne siano alcune che ti tentano maggiormente. Non voglio sapere quali, ma sono sicuro che proprio quei barattoli finiscono in un batter d’occhio.
Confermi?”.

“Sei un diavolo. Come puoi pensare una cosa del genere? Ti ho detto che seguo rigorosamente la dieta, non mi credi? Se non hai niente da suggerirmi, pazienza; ma non mettere in dubbio le mie parole”. Poi, dopo un attimo di riflessione ammise: “Però è vero. Perché, dici che potrei mangiarle inconsapevolmente? Ma tu cosa sospetti?”.

*Medico di medicina generale, Asl Napoli 3 Sud

Le vostre risposte

Gli Ipnotici come Solpidem possono indurre comportamenti complessi, preparare e mangiare del cibo, con amnesia anterograda. dott Roberto Polisca

Potrebbe trattarsi della Sindrome da Alimentazione Notturna. Oriana M.

L’amica soffre di ipotiroidismo. Elisabetta Bresadola

L’amica di Sansilvestro è sonnambula e di notte mangia, per cui non riposa bene. Serena Fabbri

 

Fonte