Due processi e quattro anni di tempo non sono stati sufficienti a fare piena luce sull’uccisione del ventenne Marco Vannini, a Ladispoli, ma sono stati abbastanza per far calabre ulteriori ombre sulla torbida vicenda, che vede ora indagato anche l’ex comandante dei carabinieri della locale stazione. La Procura della Repubblica di Civitavecchia ha infatti aperto un’inchiesta sul luogotenente Roberto Izzo, ipotizzando i reati di favoreggiamento e falsa testimonianza.