“Abbiamo avuto bisogno di qualche giorno per essere lucidi e dire la nostra su quanto accaduto. Alcuni giornalisti ci hanno pesantemente insultato. Hanno usato parole come ‘merde’, ‘vaffanculo’, ‘in galera’, che consideriamo come il frutto di una vera e propria forma di bullismo, di sfottò da stadio. Queste persone non hanno portato gloria all’ordine che rappresentano, il loro atteggiamento è stato un insulto, prima che a noi, a tutti i colleghi giornalisti che svolgono il proprio lavoro in maniera seria e professionale”. Così ‘Il Volo’, in un post sui loro profili social, interviene sui video ripresi nella Sala Stampa dell’Ariston durante le loro esibizioni in cui si sentono commenti deridenti o offensivi. Sull”in galera’ va detto però si tratta di una citazione di Giorgio Bracardi ad ‘Alto Gradimento’ che un collega ama ripetere per scherzo durante le lunghe serate del Festival su diverse esibizioni (non solo canore), anche per esorcizzare il clima di tensione e la stanchezza delle battute finali del festival.

Fonte