DA OLTRE un mese la scuola è iniziata, ma Vanessa non ha ancora conosciuto i suoi nuovi compagni per colpa di una strana febbricola che sembra non passare. Vanessa è una dodicenne, di nazionalità inglese, terzogenita, che ha vissuto negli ultimi anni in Danimarca e prima ancora in Svizzera. La famiglia si è trasferita da poco in Italia.

Siccome questo è il primo incontro, il pediatra chiede alla mamma qualche informazione in più: “Mio marito è un diplomatico, per cui viaggiamo molto. Vanessa non ha mai avuto problemi ad affrontare i cambiamenti. Ma da quando siamo arrivati in Italia, non so se sia una coincidenza, non è più stata bene. Da un paio di mesi, si lamenta spesso – racconta la madre – e ha mal di pancia e poi ha spesso la febbre, massimo 37.5°C, che va e viene”. Il pediatra invita Vanessa a sdraiarsi sul lettino: la ragazzina è gracile e sembra più piccola della sua età. Vanessa indica al pediatra il punto in cui la pancia le fa male: si tratta di un dolore diffuso, crampiforme. Spesso sente la necessità di andare in bagno, ma non sempre evacua. Alla domanda del medico sulla consistenza delle feci, Vanessa appare un po’ indecisa ma poi risponde “a volte un po’ liquida, a volte normale”.

Finita la visita il pediatra prescrive alcuni accertamenti. Un paio di giorni dopo, i risultati sono pronti: l’emocromo tutto sommato va bene, nonostante l’emoglobina un po’ bassa. “Vanessa mangia poco in questo periodo e soprattutto niente carne. Per me è colpa di tutte quelle afte che ha in bocca”, spiega la mamma. Le prove allergiche sono negative come gli esami per la celiachia: il pediatra appare un po’ deluso. Era una ipotesi probabile. Ma gli indici di infiammazione alterati (Ves e Pcr), con il riscontro di sangue occulto nelle feci, gli danno la certezza che qualcosa che non va c’è.

Segretario nazionale Società Italiana di pediatria

ECCO LE VOSTRE RISPOSTE

Vanessa è affetta dal morbo di Crohn – Gian Giacomo

Si tratta di sensibilità al glutine non celiaca – Cristina

La paziente è affetta da una patologia infiammatoria cronica intestinale: Morbo di Crohn. Febbricola, alterazioni dell’alvo, indici di infiammazione alterati, dolore addominale ed esordio in età’ pediatrica ne sono i sintomi – Elena

Potrebbe trattarsi di una malattia infiammatoria cronica dell’intestino in particolare: Morbo di Crohn – Oriana

Potrebbe essere il morbo di Crohn – Giulia

La bambina può essere affetta dal morbo di Crohn – Fernando

Rettocolite ulcerosa – Ferruccio

Potrebbe avere delle complicanze di una MICI – Carla

Vanessa potrebbe essere affetta dal morbo di Crohn – Diletta

Morbo di Crohn – Ginevra

Potrebbe trattarsi di Morbo di Crohn – Antonio

Colite infiammatoria o Crohn – Roberto

Secondo me Vanessa è affetta da morbo di Crohn – Federica

Invio la mia ipotesi diagnostica sul caso clinico della giovane Vanessa: potrebbe trattarsi di morbo di Crohn – Giovanni

Sindrome di Behçet – Roberto

Morbo di Crohn – Monica

Avendo avuto esperienze simili, ritengo che la malattia che interessa la giovane Vanessa sia Morbo di Crohn o Colite Ulcerosa: la febbricola, la stanchezza e i valori alti di VES e PCR sono sintomi molto indicativi di questa malattia. Nel caso fosse una di queste malattie ci tengo a sottolineare che non c’è alcun motivo di allarmarsi: io stesso sono in cura presso l’ospedale Sacro Cuore di Negrar (VR) e nonostante alcuni stop iniziali dovuti ad una fase di infiammazione, ora la vita procede senza problemi. Uno staff eccellente e medici molto formati aiutano ad affrontare al meglio la malattia – Luigi

Secondo me la bambina soffre di rettocolite ulcerosa – Mariapia

La soluzione del caso Doctor House di questa settimana è: Rettocolite Ulcerosa – Diomede

Colite ulcerosa – Massimo

Malattia di Crohn – Monica

Morbo di Crohn – Raffaele

Penso che la causa dei malori di  Vanessa possa essere il morbo di Crohn – Doris

Morbo di Crohn. Caratteristiche le afte orali – Paolo

Fonte