«Perché si è ricoverato?» Il dottor Sansilvestro percorreva il corridoio che lo separava dall’uscita dell’ospedale. Il collega Ugo Limiti gli stava a fianco, cercando di rallentarne la marcia, per trasmettere più informazioni possibili sul nuovo paziente. «Ha una bronchite da 15 giorni, è recidiva. Anche ogni due mesi, al minimo accenno di raffreddore». «Sindrome rino-bronchiale, che c’è di strano? Avete chiamato l’otorino? Ci vediamo domani».

«Non è tutto — precisò Ugo — , soffre di rinite allergica, ma è normale a 32 anni? Non fuma, non fa lavori a rischio. L’allergia non gli provoca fastidi. Prima di chiamare l’otorino, volevo sentire te». Sansilvestro si fermò, poi gli disse: «E gli esami?».
«Nella norma». «Non è possibile…» sbottò Sansilvestro, invertendo la marcia e dirigendosi verso la stanza del capo-sala. Ugo lo fermò, mostrandogli i referti. Sansilvestro esclamò: «Positivo all’Helicobacter, ti sembra normale?». «No, è anche recidivo, ma che c’entra con la bronchite?». «Non lo so ancora, ma vedrai che alla fine troveremo il nesso» Sansilvestro mostrò all’amico l’ultimo rigo del quadro proteico, quello che indicava il valore delle gamma-globuline. «Ma è inferiore alla norma solo dello 0,1…», si difese Ugo. Intanto Sansilvestro andava verso l’uscita.

Prima di varcare la soglia, salutò il collega: «Credo che la chiave del problema sia proprio in questo 0,1. Hai detto, prima, di aver fatto tutte le analisi. E le immunoglobuline dove sono? Corri a fare il prelievo. Domani vediamo insieme i risultati».
*Ernesto di Cianni è medico di Medicina generale della Asl Na 3 Sud

Le vostre risposte

Il paziente è portatore di una immunodeficienza determinata dall’Helicobacter, che favorisce l’insorgere delle bronchiti
       Gian Giacomo Pisotti

Il paziente è affetto da deficit di IgA – Maurizio Mineo

Deficit selettivo di igA –  Giulia Barranco

Malattia da reflusso gastroesofageo per gastrite antro-dominante da infezione di Helicobacter pylori. dott Roberto Polisca

Potrebbe trattarsi di un deficit selettivo di IgA con conseguente insufficienza del l’immunità umorale verso alcuni germi.
Michele Rubertelli 

I quesiti e le risposte dei lettori già pubblicati sono online su: www.repubblica.it /salute

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte