di Sara Di Sciullo
Sfera Ebbasta non si è fatto mai sentire“. Ci ha fatto avere “una lettera, fatta tanto per farla” tre giorni dopo la tragedia di Corinaldo e si è fatto il tatuaggio in testa con sei stelle ma “penso che se gli chiedessi i nomi delle sei vittime di Corinaldo non se ne ricorderebbe neanche mezzo“. Lo afferma all’Adnkronos Francesco Vitali, fratello di Benedetta, la 15enne di Fano tra le sei vittime che persero la vita l’8 dicembre alla discoteca ‘Lanterna Azzurra’ dove era prevista un’esibizione di Sfera Ebbasta, all’indomani del debutto della nuova giuria di ‘X Factor’ della quale fa parte anche il trapper che proprio ieri è tornato a parlare anche della strage nel locale.

Fonte