ROMA – Il problema resta la Lombardia. Se tutti i dati indicano che l’epidemia sta regredendo, con un numero di morti in flessione e i dati su nuovi positivi sempre al minimo in rapporto ai tamponi fatti, i dati della Lombardia continuano a preoccupare. Oggi due terzi dei nuovi positivi (il 65,9%) sono lì. Si tratta di 441 persone su un totale nazionale di 669.

· Tutti i grafici e le mappe sulla pandemia (aggiornati ogni giorno)

Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 60 casi in Piemonte, 43 in Emilia Romagna, di 10 in Veneto, di 12 in Toscana, di 38 in Liguria e di 18 nel Lazio. Nessun nuovo caso in Sicilia, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria e provincia di Bolzano.

Nessun nuovo morto in Valle d’Aosta, Umbria, Abruzzo, Campania, Calabria, Molise, Basilicata e provincia di Bolzano.
(vai ai dati complessivi e aggiornati regione per regione)

Il bollettino del 23 maggio: tutti i dati

I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 572 persone, 23 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 8695 persone, 262 meno di ieri. In isolamento domiciliare 48485 persone (-1285 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 119 persone (ieri le vittime erano state 130), arrivando a un totale di decessi 32735.

I guariti raggiungono quota 138840, per un aumento in 24 ore di 2120 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2160 persone).

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 1570 unità (ieri erano stati 1638) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 669 (ieri 652).

Questi due dati vanno sempre analizzati considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 72.410 tamponi (ieri 75.380). Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 108,2 tamponi fatti, l’0,9%. Negli ultimi giorni questo valore è stato in media dell’1%. .

Da un paio di giorni abbiamo anche aggiunto un nuovo dato alla nostra analisi quotidiana: il rapporto tra nuovi positivi e persone effettivamente testate. Perché nel dato dei tamponi effettuati sono conteggiati tutti i tamponi fatti, anche quelli ripetuti sulle persone malate per verificare se sono guarite o meno. Questo falsa parzialmente la percezione dei nuovi positivi ma la continuiamo a proporre per permettere i confronti con il passato.

Spiegato questo, passiamo al dato: oggi sono stati testati 42.579 casi (contro i 72.410 tamponi effettuati) e individuati come detto 669 nuovi positivi. Si tratta di un positivo ogni 63 persone, ovvero l’1,57%. Si tratta di un parametro stabile negli ultimi giorni e ai minimi da quando questo dato è stato diffuso dalla Protezione Civile, come si può vedere dal grafico qui sotto.

Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia è 229.327.
(vai ai dati complessivi e aggiornati regione per regione) 

Tutti i dati sulla mortalità da Covid

Coronavirus, i dati regione per regione del 23 maggio

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 25630 in Lombardia, 8025 in Piemonte, 4570 in Emilia Romagna, 2841 in Veneto, 1766 in Toscana, 1734 in Liguria, 3581 nel Lazio, 1713 nelle Marche, 1273 in Campania, 1805 in Puglia, 565 nella provincia di Trento, 1512 in Sicilia, 459 in Friuli Venezia Giulia, 1168 in Abruzzo, 214 nella provincia di Bolzano, 56 in Umbria, 287 in Sardegna, 35 in Valle d’Aosta, 288 in Calabria, 189 in Molise, 41 in Basilicata.

Le 25630 persone attualmente malate in Lombardia sono distribuite così: 199 in terapia intensiva (-8), 4026 ricoverati con sintomi (-2), 21405 in isolamento domiciliare (-293). I morti totali sono 15840 (+56), i guariti 45355 (+688).

Le 8025 persone attualmente malate in Piemonte sono distribuite così: 76 in terapia intensiva (-3), 1291 ricoverati con sintomi (-123), 6658 in isolamento domiciliare (-301). I morti totali sono 3771 (+14), i guariti 18341 (+473).

Le 4570 persone attualmente malate in Emilia Romagna sono distribuite così: 84 in terapia intensiva (-5), 524 ricoverati con sintomi (-28), 3962 in isolamento domiciliare (-127). I morti totali sono 4047 (+10), i guariti 18896 (+193).

Le 2841 persone attualmente malate in Veneto sono distribuite così: 14 in terapia intensiva (+2), 205 ricoverati con sintomi (-10), 2622 in isolamento domiciliare (-174). I morti totali sono 1865 (+11), i guariti 14363 (+181).

Le 1766 persone attualmente malate in Toscana sono distribuite così: 40 in terapia intensiva (-2), 157 ricoverati con sintomi (-5), 1569 in isolamento domiciliare (-13). I morti totali sono 1011 (+2), i guariti 7270 (+30).

Le 1734 persone attualmente malate in Liguria sono distribuite così: 20 in terapia intensiva (+1), 247 ricoverati con sintomi (-22), 1467 in isolamento domiciliare (-153). I morti totali sono 1414 (+7), i guariti 6279 (+205).

Le 3581 persone attualmente malate nel Lazio sono distribuite così: 60 in terapia intensiva (-7), 1097 ricoverati con sintomi (-14), 2424 in isolamento domiciliare (-33). I morti totali sono 676 (+7), i guariti 3350 (+65).

Le 1713 persone attualmente malate nelle Marche sono distribuite così: 15 in terapia intensiva (+0), 100 ricoverati con sintomi (-1), 1598 in isolamento domiciliare (-54). I morti totali sono 993 (+3), i guariti 3995 (+56).

Le 1273 persone attualmente malate in Campania sono distribuite così: 10 in terapia intensiva (+1), 295 ricoverati con sintomi (-17), 968 in isolamento domiciliare (-3). I morti totali sono 404 (+0), i guariti 3067 (+30).

Le 1805 persone attualmente malate in Puglia sono distribuite così: 17 in terapia intensiva (+0), 215 ricoverati con sintomi (-18), 1573 in isolamento domiciliare (-15). I morti totali sono 486 (+4), i guariti 2157 (+37).

Le 565 persone attualmente malate nella provincia di Trento sono distribuite così: 4 in terapia intensiva (+0), 28 ricoverati con sintomi (-4), 533 in isolamento domiciliare (-38). I morti totali sono 456 (+1), i guariti 3374 (+48).

Le 1512 persone attualmente malate in Sicilia sono distribuite così: 9 in terapia intensiva (-1), 95 ricoverati con sintomi (-8), 1408 in isolamento domiciliare (+2). I morti totali sono 269 (+1), i guariti 1640 (+6).

Le 459 persone attualmente malate in Friuli Venezia Giulia sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (-1), 63 ricoverati con sintomi (-5), 395 in isolamento domiciliare (-20). I morti totali sono 327 (+2), i guariti 2447 (+30).

Le 1168 persone attualmente malate in Abruzzo sono distribuite così: 4 in terapia intensiva (+0), 156 ricoverati con sintomi (-1), 1008 in isolamento domiciliare (-10). I morti totali sono 394 (+0), i guariti 1659 (+12).

Le 214 persone attualmente malate nella provincia di Bolzano sono distribuite così: 5 in terapia intensiva (+0), 35 ricoverati con sintomi (+1), 174 in isolamento domiciliare (-11). I morti totali sono 291 (+0), i guariti 2085 (+10).

Le 56 persone attualmente malate in Umbria sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 15 ricoverati con sintomi (-1), 39 in isolamento domiciliare (-2). I morti totali sono 74 (+0), i guariti 1300 (+4).

Le 287 persone attualmente malate in Sardegna sono distribuite così: 6 in terapia intensiva (+0), 58 ricoverati con sintomi (+0), 223 in isolamento domiciliare (-19). I morti totali sono 129 (+1), i guariti 940 (+18).

Le 35 persone attualmente malate in Valle d’Aosta sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 23 ricoverati con sintomi (+1), 10 in isolamento domiciliare (-9). I morti totali sono 143 (+0), i guariti 999 (+8).

Le 288 persone attualmente malate in Calabria sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 43 ricoverati con sintomi (-4), 244 in isolamento domiciliare (-10). I morti totali sono 96 (+0), i guariti 773 (+14).

Le 189 persone attualmente malate in Molise sono distribuite così: 2 in terapia intensiva (+0), 8 ricoverati con sintomi (+0), 179 in isolamento domiciliare (+5). I morti totali sono 22 (+0), i guariti 220 (+0).

Le 41 persone attualmente malate in Basilicata sono distribuite così: 1 in terapia intensiva (+0), 14 ricoverati con sintomi (-1), 26 in isolamento domiciliare (-7). I morti totali sono 27 (+0), i guariti 330 (+12).

Fonte