L’Italia si conferma capitale europea dei liberi professionisti: solo quelli iscritti a un albo professionale superano quota di 1,4 milioni, crescono al ritmo del 17%, coprono il 27% del mercato del lavoro indipendente, occupano 484 mila dipendenti e muovono un giro d’affari di circa 211 miliardi di euro. E’ questa la fotografia del settore professionale italiano che emerge dal ‘Rapporto 2019 sulle libere professioni in Italia’, curato dall’Osservatorio libere professioni di Confprofessioni, coordinato da Paolo Feltrin, direttore scientifico Osservatorio delle libere professioni, e presentato oggi a Roma durante il Congresso nazionale dei professionisti italiani, promosso dalla Confederazione italiana libere professioni, dal titolo ‘Ritorno al futuro. I professionisti protagonisti nell’era digitale’.

Fonte