ROMA – Nella 20/a giornata della serie A di basket, la Germani Brescia cade in casa dopo sette vittorie di fila e non approfitta dello stop di Sassari nell’anticipo di ieri restando in terza posizione a quattro punti dai sardi. A battere la Leonessa l’Happy Casa Brindisi che si avvicina così in classifica ad appena 2 lunghezze di distanza. Pugliesi a braccetto con Milano che passano a Trieste e respingono l’assalto di Cremona al quarto posto. La Vanoli stende in casa la Virtus Roma. In coda Treviso sbanca Pistoia e l’allontana in classifica. Nel posticipo successo della Fortitudo Bologna su Varese.

GERMANI BRESCIA-HAPPY CASA BRINDISI 82-86
Dopo sette vittorie di fila in campionato si ferma la corsa della Germani Brescia che si arrende a Brindisi al PalaLeonessa colpita da Stone (22 punti e 9 rimbalzi) e Banks (19). Un successo meritato quello dei pugliesi, ma arrivato solo nel finale con le giocate nel finale dei due americani e i troppi errori ai liberi dei padroni di casa. L’Happy Casa prova a scappare già nel primo quarto (+9, 13-22) per poi essere raggiunta nel secondo parziale e chiudere sotto di uno il primo tempo (41-40). Brindisi torna in campo con un nuovo break, 9-0 che vale il +8 (41-49), ma Brescia è dura a morire e dopo aver ripreso i pugliesi li staccano nuovamente, +4 (66-62). Il finale è rovente, si gioca punto a punto, Stone giganteggia, Cain sbaglia i liberi del +1, non sbaglia, invece, l’americano e Brindisi alza le braccia al cielo.

ALLIANZ TRIESTE-AIX MILANO 67-85
Milano rinasce all’Allianz Dome di Trieste. L’Olimpia, dopo quattro ko di fila tra campionato e coppa, ritrova la vittoria e resta in scia di Brescia. L’Armani prende subito le redini del match chiudendo il primo quarto sul 23-15. Nel secondo quarto nuovo allungo ospite sul 15-26 grazie al canestro di Della Valle e a un libero di Burns, poi Trieste si sveglia e con un break di 10-0 si riporta a contatto (25-26). Gli ospiti, però, riattaccano la spina e arrivano all’intervallo lungo sul 34-41. Nella ripresa l’Allianz sembra avere energie fresche, si fa nuovamente sotto (41-44), poi l’assolo dell’Olimpia che dilata in apertura dell’ultimo parziale (71-46). Il resto è un lungo garbage time.
VANOLI CREMONA-VIRTUS ROMA 103-92
O
tto anni dopo l’ultima volta, la Vanoli Cremona riesce a battere la Virtus Roma superando i 100 punti per la prima volta in questa stagione. Settimo successo di fila per i padroni di casa che costringono, invece, i capitolini alla settima sconfitta consecutiva. Al Palasport Mario Radi è festa totale con i 300 assist in maglia biancoblù per Diener (solo Vitali ha fatto meglio), il massimo in carriera di Happ (28 punti) e la miglior prestazione di squadra da 3 con 11/23 (48%). Cremona chiude il primo quarto sul 32-22, la Virtus è brava a tornare sotto (-2) con Dyson e a portarsi addirittura davanti a inizio ripresa con un break di 8-0. Un contro-break ospite con Happ e De Vico (9-2) permettono ai lombardi di chiudere alla terza sirena avanti di 5. Nell’ultimo quarto Happ si scatena e, grazie anche a due triple di Matthews, Cremona tocca il massimo vantaggio (+14) per non farsi più riprendere.
ORIORA PISTOIA-DE’ LONGHI TREVISO 75-86
Pistoia si scioglie sul più bello. L’Oriora, sotto di 25 punti in casa contro Treviso, ferma la propria rimonta sul -1. Nell’ultimo quarto la De’ Longhi si risveglia e porta a casa la prima vittoria dopo sei sconfitte di fila. Gli ospiti partono subito forte, dopo neanche un quarto d’ora sono già sul 13-38 grazie a un break di 3-26, poi qualcosa si inceppa nell’attacco ospite e Pistoia piazza un parziale di 15-0 che vale il -10 prima del riposo. Si arriva all’intervallo lungo con Treviso avanti di 16 (33-49). Nella ripresa l’Oriora si rimbocca le maniche e colpo dopo colpo rientra in partita: -1 alla terza sirena. Nel quarto periodo, però, i padroni di casa vanno in confusione e Nikolic chiude i giochi.
POMPEA BOLOGNA-OPENJOBMETIS VARESE 79-76
La Fortitudo ritrova la vittoria dopo le quattro sconfitte nelle ultime cinque partite e torna in zona-playoff. Decisivi i due liberi di Aradori a 7″ dalla fine e la stoppata di Robertson sulla tripla di Clark sulla sirena. Gara abbastanza equilibrata che vive di strappi e di triple. Si arriva all’intervallo lungo sul 44-48. Nella ripresa Varese allunga: 48-56. Bologna non ci sta, si scrolla di dosso la paura di perdere ancora una volta e inizia a macinare punti trascinata da Pietro Aradori. Poi la panchina fa il resto e si arriva all’ultimo quarto con gli emiliani sempre davanti. Il finale è concitato, deciso appunto da Aradori e Robertson.

GERMANI BRESCIA-HAPPY CASA BRINDISI 82-86
GERMANI BASKET BRESCIA: Veronesi ne, Zerini, Travis 10, Abass 21, Cain 14, Vitali 9, Laquintana 5, Lansdowne 7, Guariglia ne, Horton 2, Moss, Sacchetti 14. Allenatore: Esposito.
HAPPY CASA BRINDISI: Banks 19, Brown 10, Palermo ne, Martin 8, Sutton 11, Zanelli 6, Gaspardo 7, Campogrande, Thompson 3, Cattapan ne, Stone 22, Ikangi ne. Allenatore: Vitucci.
ARBITRI: Rossi-Borgo-Boninsegna.
NOTE: parziali 15-22, 41-40, 66-62. Tiri liberi: Brescia 17/22, Brindisi 22/30. Usciti per cinque falli: Moss e Thompson.
 
ALLIANZ TRIESTE-AIX MILANO 67-85
ALLIANZ TRIESTE: Coronica, Cooke 2, Peric 13, Fernandez 4, Jones 15, Hickman 6, Cervi 3, Washington 9, Janelidze ne, Cavaliero 5, Da Ros ne, Mitchell 10. Allenatore: Dalmasson.
A|X ARMANI EXCHANGE MILANO: Della Valle 7, Micov 10, Biligha 6, Roll 11, Rodriguez 11, Gravaghi, Tarczewski 4, Tam, Cinciarini 3, Burns 1, Sykes 12, Scola 20. Allenatore: Messina.
ARBITRI: Vicino-Baldini-Capotorto.
NOTE: parziali 15-23, 34-41, 46-66. Tiri liberi: Trieste 12/15, Milano 14/19. Uscito per cinque falli: nessuno.
 
VANOLI CREMONA-VIRTUS ROMA 103-92
VANOLI CREMONA: Zanotti ne, Saunders 13, Mathews 14, Sanguinetti ne, Diener 3, Ruzzier 15, Sobin, Richardson 12, De Vico 7, Happ 28, Stojanovic 7, Akele 4. Allenatore: Sacchetti.
VIRTUS ROMA: Cusenza ne, Alibegovic 9, Rullo ne, Dyson 13, Baldasso 4, White 2, Pini 9, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 23, Buford 14, Kyzlink 18. Allenatore: Bucchi.
ARBITRI: Biggi-Quarta-Nicolini.
NOTE: parziali 32-22, 58-51, 80-75. Tiri liberi: Cremona 8/12, Roma 11/16. Uscito per cinque falli: nessuno.
 
ORIORA PISTOIA-DE’ LONGHI TREVISO 75-86
ORIORA PISTOIA: Della Rosa, Petteway 24, D’Ercole, Quarisa ne, Brandt 6, Salumu 16, Landi 9, Dowdell 4, Johnson 16, Wheatle. Allenatore: Carrea.
DE’ LONGHI TREVISO: Tessitori 2, Logan 11, Alviti 5, Nikolic 13, Parks 15, Imbro’ 3, Chillo 5, Uglietti 10, Piccin ne, Fotu 22. Allenatore: Menetti.
ARBITRI: Paternico’-Martolini-Vita.
NOTE: parziali 13-29, 33-49, 57-58. Tiri liberi: Pistoia 18/22, Treviso 23/28. Uscito per cinque falli: Landi, Parks, Uglietti.
 
POMPEA BOLOGNA-OPENJOBMETIS VARESE 79-76
POMPEA FORTITUDO BOLOGNA: Robertson 9, Aradori 21, Cinciarini 7, Mancinelli 11, Dell’Osto ne, Leunen 5, Buscaroli ne, Sims 14, Fantinelli 6, Daniel 6, Stipcevic. Allenatore: Martino.
OPENJOBMETIS VARESE: Peak 8, Clark 13, De Vita ne, Jakovics, Natali, Vene 18, Simmons 10, Seck ne, Mayo 9, Tambone 8, Gandini, Ferrero 10. Allenatore: Caja.
ARBITRI: Sahin-Attard-Galasso.
NOTE: parziali 24-20, 44-48, 64-61. Tiri liberi: Bologna 17/18, Varese 7/10. Uscito per 5 falli: Vene.

Fonte