NEW YORK (Stati Uniti) – Non accenna a rallentarsi la cavalcata di Milwaukee, la miglior squadra della Lega in questa regular season, mentre Utah conquista la decima vittoria consecutiva. Ecco gli spunti principali delle sei gare andate in scena nella notte italiana, che ha visto i Bucks centrare il successo numero 36 della loro stagione (a fronte di appena sei battute d’arresto) travolgendo per 128-102 i New York Knicks.  Con 37 punti (12/17 al tiro e 10/12 nei liberi), in soli 21 minuti di impiego, ancora una volta grande protagonista è stato il ‘solito’ Giannis Antetokounmpo (per il greco anche 9 rimbalzi e 4 assist).

Decima sinfonia per i Jazz, Clippers rialzano la testa

Prosegue il brillante momento di forma anche dei Jazz, capaci di cogliere il decimo successo consecutivo (15esimo nelle ultime 16 partite da inizio dicembre): il quintetto di Quin Snyder si è imposto sul parquet dei Brooklyn Nets per 118-107 nonostante i 32 punti, tra i padroni di casa, di Kyrie Irving (al secondo match dopo due mesi di assenza per infortunio alla spalla), così da issarsi sulla seconda poltrona della Western Conference (28-12) alle spalle dei Lakers. L’australiano Joe Inglis ha migliorato il suo record personale di punti (27), mentre anche Donovan Mitchell (25) e il pivot francese Rudy Gobert (22 punti e 18 rimbalzi) hanno dato un prezioso contributo a Utah. I Los Angeles Clippers, spinti da un Kawhi Leonard in serata di grazia (43 punti in meno di 29 minuti), hanno tenuto il passo con l’affermazione casalinga per 128-103 sui Cleveland Cavaliers e sono quarti a Ovest (28-13).

Basket Nba: Antetokounmpo fa volare Milwaukee, Utah da dieci e lode

Clippers-Cleveland

Rockets stoppati a Memphis, Mavs a valanga

Stop invece per Houston, sconfitto 121-110 sul parquet di Memphis: il play Ja Morant ha messo a referto 26 punti e 8 assist permettendo ai Grizzlies (19-22, ottavi) di cogliere la sesta affermazione di fila nonostante i 41 punti di James Harden, stella dei Rockets (26-13, quinta posizione a Ovest), orfani di Russell Westbrook, tenuto a riposo. Vittoria a valanga di Dallas: i Mavericks (25-15, sesti nella conference occidentale) espugnano l’impianto dei Golden State Warriors per 124-97 con 41 punti della coppia formata da Dwight Powell (21) e Luka Doncic (20). Per il team californiano, fanalino di coda, è il nono ko di fila (9-33), reso ancora più amaro dall’infortunio di Jacob Evans, che si va ad aggiungere a quelli che mettono fuori causa stelle come Klay Thompson e Stephen Curry. Completa il quadro dei risultati il successo degli Atlanta Hawks sui Phoenix Suns per 123-110.



Fonte