SHENYANG – L’Italia rimedia un’altra sconfitta nel penultimo test in Cina prima dell’esordio al Mondiale (31 agosto). Dopo i 2 ko con la Serbia, gli azzurri sono stati battuti (80-82) anche dalla Francia fornendo, comunque, una buona prova, sicuramente in crescita rispetto alle ultime uscite. L’Italia ha lottato alla pari tutti i 40’contro una delle formazioni più forti ai nastri di partenza del Mondiale, arrivando a un passo dalla vittoria. Non solo atteggiamento giusto ma anche numeri confortanti. Basti pensare ai rimbalzi, 29-26 per l’Italia nonostante la presenza dei big men francesi sotto i tabelloni (Gobert su tutti). E’ mancato solo mancato il guizzo per fare il colpaccio: 20 punti per Marco Belinelli, in doppia cifra anche Danilo Gallinari (15) e Alessandro Gentile (14). Bene anche Amedeo Tessitori che ha chiuso con 10 punti e 7 rimbalzi.

Sacchetti: “In crescita ma fatichiamo a rialzarci nei momenti bui”

Il ct Meo Sacchetti ha di che essere soddisfatto: “Anche stasera siamo andati un po’ meglio rispetto all’ultima gara con la Serbia. Nei momenti bui, e ce ne sono stati nel terzo quarto, non riusciamo ad accendere la luce e su questo aspetto dobbiamo migliorare. Ogni tanto perdiamo la fiducia e dobbiamo faticare per riconquistarla. Nei finali punto a punto, quando un tiro può entrare e un altro no, può succedere di tutto. La tripla di Fournier ha messo più di un possesso tra noi e loro e questo gli ha consentito, a conti fatti, di portare a casa il match”.

Gallinari: “Dobbiamo sfruttare meglio il tiro da fuori”

Ottimista anche Danilo Gallinari: “Altra bella partita, combattuta fino alla fine e con parziali da una parte e dall’altra. Non abbiamo sfruttato al meglio la nostra arma migliore che e’ il tiro da fuori ma nel complesso qualche passo avanti si è notato. Ora ci concentriamo sulla Nuova Zelanda”. Per Alessandro Gentile è stata “una partita tirata. Abbiamo fatto un altro step in avanti. Ci manca ancora qualcosa ma possiamo lavorare su molte cose positive viste stasera. La strada è quella giusta e proveremo a confermarlo nell’ultima amichevole prima dell’inizio del Mondiale”. L’Italia chiuderà il torneo AusTiger lunedì 26 agosto, ad Anshan (pochi chilometri da Shenyang) contro la Nuova Zelanda. Palla a due alle 13.30 italiane. Martedì 27 agosto il trasferimento, via Guangzhou, a Foshan, sede del girone D dei Mondiali.

Fonte