Sono state parole al veleno quelle pronunciate ieri da Francesco Totti. Parole che non potevano non suscitare una reazione da parte della società giallorossa. E dopo la lunga nota ufficiale del Club arrivata a stretto giro, oggi è il turno del vice presidente della Roma, Mauro Baldissoni. “A metà del suo secondo anno da dirigente, con l’uscita di Monchi, la società gli ha proposto quello che per lui era il ruolo più consono, quello di direttore tecnico. E non abbiamo ricevuto risposta, di questo siamo dispiaciuti, però la scelta di Ranieri, come ha detto lui stesso, è stato un suggerimento accolto dalla società, così come l’avventura di andare a cercare Conte. Guido Fienga, che l’ha accompagnato in questa scelta, è il Ceo della società”, ha replicato Baldissoni ai microfoni di Sky Sport. “Parliamo di un percorso in cui aveva già avuto modo di esprimere la sua opinione – ha aggiunto – Io non lavoro nell’area tecnica quindi non posso sapere se altre cose non sono state seguite. Volevamo continuasse a crescere ma in quello che crediamo debba essere un lavoro di squadra”.

Fonte