Nuove strategie per favorire la riparazione della mielina, ma anche tecnologie indossabili e smartphone hi-tech per monitorare da vicino l’evoluzione della malattia. A delineare il presente e il futuro della ricerca contro la sclerosi multipla sono stati oggi a Stoccolma Bernd Kieseier, Head of Global Ms Worldwide Medical di Biogen, e Shibeshih Belachew, Head of Ms Early Clinical Development di Biogen, in un incontro con la stampa in occasione del congresso del Comitato europeo per il trattamento e la ricerca nella sclerosi multipla (Ectrims). “Questa malattia colpisce più di 2,5 milioni di persone nel mondo, con significativi bisogni insoddisfatti”, ha spiegato Kieseier.

Fonte